Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

La musica klezmer approda a Broadway

15 Aprile 2018 / 11:00 - 12:00

Ascolta la registrazione completa del concerto

Presentazione

Il musical deve molto alla cultura ebraica e particolarmente a quell’Europa orientale in cui si parlava Yiddish e a quei fermenti creativi straordinari nati dall’evolvere della musica klezmer. Suonatori e cantanti girovaghi spesso poverissimi, i klezmorim, formavano gruppi numerosi di strumenti ad arco e a fiato ed erano molto richiesti per animare feste, matrimoni e funerali, presso comunità ebraiche o in ambiti sociali diversi.

Attori, musica e danza si riunivano in occasione del Purimspiel, la recita del Carnevale ebraico, che porterà alla nascita del Teatro Yiddish moderno. In Europa sarà dapprima il Cabaret tedesco di Berlino a far tesoro di questo patrimonio vivacissimo e sfolgorante; le persecuzioni naziste spingeranno i più fortunati nella Goldene Medine, la Terra d’Oro, già meta di una forte immigrazione ebraica da più di un secolo.

Molti musicisti in America troveranno la loro grande occasione ed un esempio significativo è “Bei mir bistu sheyn” di Shalom Segunda: basterà tradurre il testo in inglese e trovare il giusto interprete, per trasformare un brano di nicchia, rivolto a nostalgici migranti, in un successo clamoroso. Broadway se ne accorgerà presto ed infatti molti grandi compositori di musical hanno origini ebraiche, a partire da George Gershwin, che in alcune sue opere realizza sonorità oscillanti tra il cabaret berlinese e la musica klezmer.

Ebraici sono spesso i temi e l’atmosfera, la malinconia immediatamente seguita da un lampo di gioia, la nostalgia e l’impeto di amore. Tutto questo troviamo anche in Somewhere tratto da “West Side Story” del grande Leonard Bernstein di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita, il primo americano a dirigere alla Scala di Milano. Una vera e propria dichiarazione d’amore al mondo perduto degli shteytl (i piccoli villaggi o quartieri ebraici in Russia e in Polonia) e dei musicisti klezmorim,
è “Il violinista sul tetto” di Jerry Bock: andato in scena per la prima volta nel 1964, acclamato come un evento fra i più rivoluzionari nel panorama teatrale degli Anni Sessanta contribuì, insieme a West side story, alla nascita di una nuova era per il musical americano. Fu un successo incredibile di pubblico e di critica che andò avanti fino al 1972. Fra le edizioni più celebri, quella al Majesty Theatre di Londra nel 1987 e del Regent Theatre di Melbourne nel 1988. Da non dimenticare una versione cinematografica del 1971, vincitrice di tre premi Oscar. (Cinzia Bauci)

Entrata al Palazzo Costabili 6€

Programma

Evenu Shalom brano di benvenuto dei klezmorim (cantastorie dell’Europa Orientale)
Fate onore al bel Purim tradizionale di Purim (Carnevale ebraico)
Il capretto tradizionale piemontese legato a Pesach (Pasqua ebraica)

Ocho kandelikas tradizionale sefardita per Hannukah (Festa dei lumi d’inverno)
Friling Yiddish Tango
Warshaw – Tants Yedelekhs tants Niggun (canto senza parole di tradizione askenazita)

Un americano a Parigi tema principale del poema sinfonico di George Gershwin
Moritat da “L’Opera da tre soldi” di Kurt Weill
Matchmaker da “Il violinista sul tetto” musica di Jerry Bock
Somewhere da “West Side Story” musica di Leonard Bernstein

Bei mir bistu schein di Shalom Segunda
Tumbalalaika Yiddish Song
Choson kale Wedding Jewish Song

Stellerranti
Cinzia BAUCI, voce
Lydia CEVIDALLI, violino
Andrea CASSARO, contrabbasso
Pier GALLESI, fisarmonica, pianoforte

Curriculum
Bauci e P. Gallesi sono i fondatori del gruppo Stellerranti e dal 2012 si propongono in trio con la violinista Lydia Cevidalli. Si sono esibiti tra gli altri al Museo F. Levi di Soragna; Palazzo dei Congressi – Lugano; Spazio Ciani – Lugano; Teatro Studiofoce – Lugano; Chiesa di S. Maurizio – Milano; Palazzo Ducale – Genova; Festival Oy Oy Oy Casale Monferrato; Auditorium Demetrio Stratos di radio Popolare – Milano; Conservatorio Peri – Reggio Emilia; Sala Carducci – Como. Piccolo Festival della Cultura Ebraica – Scimmie – Milano – Maggio 2012; Manifestazione “Educare alla pace” per “Giornata della memoria”  Belluno; Chiesa Evangelica, Palazzo dei Congressi e Spazio Ciani – Lugano; Salone Dugentesco – Vercelli; Teatro Paisiello – Lecce 2014; Sublimar Primo Festival Internazionale di letteratura religiosa – Giugno 2014 – MI; Teatro Cagnoni Vigevano – Gennaio 2015; Villa Frova PN – Gennaio 2015 e Febbraio 2016; Chiesa Evangelica di Ascona CH – Novembre 2015; Palacio Foz di Lisbona – Febbraio 2016; Cascina Marangana per Le domeniche del Fai – Aprile 2016; Cascina Graziosa Novara – Ottobre 2016; Chiesa Evangelica di Arogno (CH)- Novembre 2016. Nel 2012 è uscito il CD Cabaret Europa prodotto da Mauro Sabbione per la AFTER LIFE MUSIC DIMENSION di Vigevano, sempre per questa etichetta sono usciti i CD “Kabarett” piano e voce nel 2014, e “Cabaret Chagall” con Lydia Cevidalli.

Lydia Cevidalli, docente di violino al Conservatorio G. Verdi di Milano, dove è responsabile dell’organizzazione degli eventi per la “Giornata della Memoria”. Svolge attività di concertista in Italia e all’estero. Ha collaborato con Jordi Savall. Con l’Ensemble Salomone Rossi, da lei fondato, propone programmi di musica barocca; citiamo tra i tanti, il concerto del 24 gennaio 2016 al Quirinale trasmesso in diretta da Radio3. Si è esibita con musicisti klezmer come Gabriele Coen e con lui ha suonato in Italia e all’estero nel gruppo di musica tradizionale ebraica “Klezfardit”. Inoltre è animatrice di molti progetti di grande spessore legati ad aspetti poco conosciuti del mondo ebraico, musica dal vivo in piece teatrali e in reading.

Andrea Cassaro contrabbassista, nel 1997 inizia la collaborazione con il maestro Gabriele Comeglio e come bassista della Big Band Jazz Company. Ha collaborato con Franco Ambrosetti, Charlie Mariano, Bob Mintzer, Dominic Miller, Sarah Jane Morris, Nick The Nightfly, Pee Wee Ellis, Franco Cerri, Lucio Dalla, Simona Bencini. Dal 2007 al 2012 ha fatto parte dell’orchestra degli spettacoli di Massimo Lopez, esibendosi in più di 200 repliche nei migliori teatri italiani.

Presentazione su “Ferrara terra e acqua”

Presentazione su Estense.com

Bal’danza scrive dello spettacolo:
“Spettacolo emozionante e pubblico in piedi, alla fine del concerto, ad applaudire e festeggiare Stellerranti. Questa potrebbe essere la breve cronaca del concerto-spettacolo che domenica scorsa Bal’danza ha organizzato presso il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, nello splendido contesto della Sala delle Carte Geografiche. Il concerto, che ha visto una nutrita presenza di pubblico attento e festoso, ha ripercorso i capisaldi della musica klezmer con divagazioni nel mondo del cabaret tedesco e in quello del musical americano.
Bal’danza ringrazia Stellerranti e tutto il pubblico presente”.

Link al video “Bei mir bistu shen” dal concerto a Ferrara, 15 aprile 2018

Link al video “Moritat di Meckie Messer”, dal concerto a Ferrara, 15 aprile 2018

Link  a youtube dal concerto alla Sala Piatti di Bergamo, aprile 2017

     
Bergamo, foto di Maria Zanchi   

 
Ferrara, Sala delle carte geografiche, Palazzo Costabili
                         

Dettagli

Data:
15 Aprile 2018
Ora:
11:00 - 12:00
Prezzo:
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , ,

Organizzatore

Bal’danza
Telefono:
349 8955323
Email:
info@baldanza.eu
Sito web:
http://www.baldanza.eu/