Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Canti degli Ebrei della Diaspora

10 settembre / 18:30 - 19:45

Gratuito

Comune di Vittorio Veneto, Centro Italiano Femminile
Comitato per Vittorio Veneto Ebraica
organizzano
GIORNATA EUROPEA DELLA CULTURA EBRAICA
CANTI degli EBREI della DIASPORA – Tra identità e cultura

Concerto del Coro Vittorio Veneto, diretto dal M° Giuseppe Borin
con la partecipazione del contralto Giovanna Dissera Bragadin
Domenica 10 settembre 2017 ore 18.30
Aula Magna del Seminario Vescovile Largo del Seminario 2,
Vittorio Veneto (TV)
INGRESSO LIBERO

Giunta alla diciottesima edizione, la Giornata Europea della Cultura Ebraica, coordinata e promossa in Italia dall’Unione delle
Comunità Ebraiche Italiane, quest’anno il tema scelto per unire simbolicamente gli eventi in tutta Europa, che si svolgeranno in oltre trenta Paesi, è “La diaspora ebraica. Identità e dialogo”.
Il riferimento è al fenomeno storico dell’esilio dalla Terra d’Israele e alla diffusione e radicamento di Comunità ebraiche in molti Paesi in Europa e nel mondo, che ha dato vita a importanti espressioni identitarie all’interno dell’ebraismo, e che ha interessato in modo notevole anche l’Italia, dove le prime tracce di una presenza ebraica risalgono a oltre duemila anni fa.

Nel programma del concerto ci sarà un “classico” come Maoz Tzur, poema liturgico, detto anche piyut in ebraico, tipico della festa di Channukkà e dalle origini molto antiche. Secondo le ricerche storiche sembra che questo brano sia stato scritto nientemeno che nel XIII secolo e che, nato come una melodia che si cantava nelle famiglie – il testo narra della liberazione del popolo ebraico dal giogo dei Faraoni egiziani e di dittatori come Nabucodonosor e Haman – abbia cominciato dall’Ottocento a venire eseguito anche a livello sinagogale, diventando molto celebre.

Vittore Veneziani è il musicista che con tanta energia si è adoperato nella realtà musicale italiana prima e dopo la guerra: chiamato da Toscanini a dirigere il Coro del Teatro alla Scala, vi rimase dal 1921 fino al 1938, quando fu sospeso dall’incarico, in seguito alla promulgazione delle leggi antiebraiche. Dal 1938 fino al febbraio del 1944, quando riuscì a fuggire in Svizzera, raccolse un gruppo di ragazzi intorno alla sinagoga ebraica di Milano, facendoli cantare in coro, componendo per loro nuovi brani e seguendoli con amore e creatività. A conclusione della guerra fu richiamato dal Teatro alla Scala nel suo ruolo di direttore del coro e partecipò al famoso concerto per l’inaugurazione del teatro restaurato nel 1946. Per la Sinagoga di Milano compose vari canti su testi liturgici, di cui verrà eseguito il brano “Veanu Coreim”.

Un assaggio delle musiche che verranno eseguite si può ascoltare nelle registrazione del Coro Mizmorim di Milano, in un’esibizione per il Festival Jewish and the City di Milano, settembre 2014

Luogo

Vittorio Veneto, aula Magna del Seminario Vescovile
Largo del Seminario 2
Vittorio Veneto, 31029 Italia
+ Google Maps
Sito web:
www.turismovittorioveneto.gov.it